Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Brasile - Curare i malati e aiutarli a reinserirsi: ecco la missione di Villa San Marino
Brasile -  Curare i malati e aiutarli a reinserirsi: ecco la missione di Villa San Marino
(0) Commenti

lunedì 14 marzo 2011

Come aiutare Villa San Marino, centro per malati di hanseniasi (lebbrosi) a Grajaù nello stato brasiliano del Maranhão, a continuare nella sua opera di carità?
In una relazione scritta per il gruppo missionario della parrocchia di Santa Maria Regina di Verona (la parrocchia del Piccolo Rifugio di Verona, che da tempo è impegnata nel sostegno) la Volontaria della Carità Maria Lizete de Jesus Santos, responsabile della Villa, centro per malati di hanseniasi (lebbrosi), racconta la vita quotidiana della struttura e soprattutto le necessità delle persone accolte.
Ecco alcuni estratti dallo scritto di Lizete, come tradotto dalla Volontaria Teresa D'Oria.

Ecco cosa facciamo
"Villa San Marino - spiega Lizete - nasce per offrire ospitalità alle persone malate che hanno difficoltà ad accedere alla terapia non solo per l'hanseniasi, ma anche per altre malattie come: tubercolosi, leishmaniosi, ferite venose...
L'hanseniasi provoca reazioni nel corpo nelle regioni periferiche e nervi, accompagnate da forti dolori e febbre, per cui gli ammalati hanno bisogno di terapia specifica, che non è compresa nel trattamento di base offerto dal governo. Stessa cosa dicasi per ciò che riguarda il necessario per medicazioni di ferite causate dalla mancanza di sensibilità degli arti superiori e inferiori e di parte del corpo.
Nella Villa cerchiamo di favorire il reinserimento degli ammalati nel loro luogo di provenienza, una volta superata la fase più critica della malattia. Perciò quelli che sono in condizione di lavorare si impegnano nell'allevamento di suini, bovini e volatili. Con l'arrivo delle piogge, inoltre, piantiamo ortaggi, fagioli, mais, banane...
Abbiamo anche una piccola panetteria che fornisce, tre volte la settimana, pane di qualità non solo alla Villa, ma anche alla città. Nella panetteria lavorano alcuni dipendenti e qualche ammalato ormai in via di guarigione.
Facciamo anche prevenzione, promuovendo incontri e interventi di relatori sia nella Villa San Marino, che nelle scuole o presso associazioni".


L'appello di Lizete
"Carissimi amici, condividere i doni che Dio ha dato a ciascuno di noi, il frutto del nostro lavoro, è sentire Cristo più vicino a noi attraverso i nostri fratelli più bisognosi. Cristo continua a ripeterci: avevo fame e tu mi hai dato da mangiare, avevo sete e tu mi hai dato da bere, ero malato e hai preso cura di me, ero in carcere e mi hai visitato... (Mt 25, 31ss).
Contiamo sul vostro aiuto per quanto ci è necessario e nei limiti delle vostre possibilità.
Potete contare sulle nostre preghiere tutti i giorni dalle 18 alle 19, e tutti i sabati alle 16 abbiamo la santa Messa per i nostri benefattori.
La Villa San Marino già da ora ringrazia Dio perché esistono persone generose come voi, che sono capaci di amare Dio anche senza vederlo.
Spero che un giorno possiate conoscere questo bel progetto di carità, dove due futuri santi (Mamma Lucia e fra Alberto Beretta) sono passati e hanno vissuto, venendo da tanto lontano (l'Italia) e lasciando un esempio di amore verso Gesù nella persona del prossimo".


Un aiuto concreto

Le spese di ogni mese
Alimenti: circa 1500 euro
Potabilizzazione dell'acqua e materiale per medicazioni: quasi 1100 euro
Materiale per la manutenzione degli edifici e strumenti di lavoro: poco più di 200 euro

Le necessità urgenti
Una nuova cucina industriale: costa circa 370 euro
Manutenzione del camioncino: circa 6500 euro
Per informazioni su come aiutare rivolgersi ai Piccoli Rifugi

La storia
Villa San Marino è sorta per rispondere alle necessità di molte persone malate di hanseniasi. Erano molti ed erano emarginati: vivevano in capanne di paglia nella foresta.
Mamma Lucia arrivò a Grajaú nel 1968 con Bianca Rossato e altre Volontarie, in jeep, portando denaro per la costruzione delle case per gli hanseniani.
Villa San Marino fu inaugurata il 19 marzo del 1971. Fra' Alberto Beretta, come medico, dava assistenza agli ammalati. La Volontaria Mariarosa Toniolo, arrivata con altre Volontarie nel luglio 1970, prese il ruolo di responsabile della struttura.

Foto di Villa San Marino

Commenti:
Commenta questa news:

» Archivio » Cerca » Tags


Cerca tra le news: