Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sette case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > 50 anni di presenza dell’Istituto secolare Volontarie della Carita' in Brasile
50 anni di presenza dell’Istituto secolare Volontarie della Carita' in Brasile
(0) Commenti

lunedì 10 giugno 2013

Il 31 marzo 2014 ci riporterà ad una tappa miliare nella storia del nostro Istituto: la partenza del primo gruppo di Volontarie per il Brasile.
Questa data segna l'inizio di una nuova avventura per le Volontarie: ci si apriva ad una realtà del tutto diversa non solo geograficamente, quanto per apostolato. Una nuova espressione di missionarietà dell'Istituto.

Fino ad allora, le Volontarie, rispondendo ai bisogni del tempo, erano impegnate su due fronti: nei Piccoli Rifugi, per l'accoglienza, l'assistenza e promozione umano-cristiana dei giovani "infermi", e nelle Ville Madonna della Neve, per l'accoglienza e il recupero delle ex prostitute e le ragazze madri o comunque in difficoltà.
Nel 1964 si era negli anni del Concilio Vaticano II e mamma Lucia era stata coinvolta dal suo vescovo, mons. Giuseppe Carraro, in quel fervore di rinnovamento che nella Chiesa tutta si respirava. Il vescovo di Verona, contando sulla disponibilità e l'ansia di carità di Lucia, l'aveva messa in contatto con il vescovo brasiliano dom Epaminondas, vescovo della diocesi di Ruy Barbosa, nel sertão bahiano.
Naturalmente, per mamma Lucia andare in missione era l'occasione provvidenziale che lo Spirito suscitava per rispondere ai bisogni di altri poveri nel mondo. Un campo di lavoro del tutto nuovo e inesplorato si apriva per l'Istituto, e Lucia non poteva deludere la Chiesa e, tanto meno lasciar cadere la possibilità di portare Cristo Eucaristia tra fratelli più lontani.
Il 31 marzo 1964 si imbarcò a Napoli con tre giovani Volontarie: il primo gruppo di laiche missionarie.

Ora, ricordare questa data, non può ridursi soltanto ad una "celebrazione festiva" ...occorre fare memoria.
Per questo, già da quest'anno, le Volontarie del Brasile hanno pensato di farne motivo di riflessione, personale e di gruppo, ed anche annuncio del Carisma in un "novenario itinerante".

Nei mesi che restano dalla grande celebrazione del 2014, ripercorreranno le tappe delle varie presenze delle Volontarie in Brasile a cominciare da Itaberaba, la cittadina che accolse il primo gruppo: Bianca Rossato, Luisa Miglioli e Felicita Casti, insieme a mamma Lucia, che le accompagnò e condivise i primi mesi del loro inserimento in quella realtà. Ogni mese un gruppo di Volontarie della Carità e Associati incontrerà una comunità per momenti di riflessione, preghiera e annuncio, ricordando un tratto di storia. Punto di partenza: l'Eucaristia e la Carità.

Nel prossimo gennaio rivivremo, con un gruppo di Volontarie, Associati e Amici l'esperienza del "pellegrinaggio missionario", visitando alcune comunità che hanno visto o continuano ad avere la presenza delle Volontarie, per conoscere di persona altre realtà, altre esperienze di Chiesa. Sicuramente sarà motivo di condivisione, anche se per un brevissimo periodo, e, soprattutto, momento di gioia e occasione per esprimere insieme la nostra gratitudine al Signore che continua ad operare meraviglie attraverso fragili creature, che tentano di vivere allargando le braccia ed il cuore. A guidarci sarà lo spirito del pellegrino, che si lascia interrogare dalle diverse situazioni e cerca di scoprire il Signore che si manifesta nei poveri e nei piccoli.
Teresa D'Oria

 

Commenti:
Commenta questa news: