Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Grazie all'8 x 1000 alla Chiesa la nuova auto di cui il Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto aveva bisogno
Grazie all'8 x 1000 alla Chiesa la nuova auto di cui il Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto aveva bisogno
(0) Commenti

giovedì 14 maggio 2020

Il Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto avrà presto un nuovo veicolo. Con 4 posti a sedere e, soprattutto, l'allestimento necessario per poter trasportare una persona in sedia a rotelle.

Il nuovo veicolo è un acquisto indispensabile: quello che usiamo adesso è carico di anni e chilometri, e non più affidabile. E un veicolo è fondamentale nella vita quotidiana del Piccolo Rifugio, per spostamenti che vanno dalle visite mediche fino alle gite e alle uscite che speriamo di poter presto riprendere in sicurezza.

A rendere possibile l'acquisto sono fondi dell'8 per 1000 alla Chiesa Cattolica arrivati tramite la Diocesi di Vittorio Veneto.

8 per 1000 grafica

La Diocesi, infatti, ha scelto di sostenere il progetto "Custodi della fragilità" presentato dal Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto, un passo per costruire un Piccolo Rifugio "a basso impatto ambientale".

Il nuovo veicolo, anzitutto, ha consumi ed emissioni inferiori rispetto al veicolo attualmente in uso. 

Inoltre, parte del progetto "Custodi della fragilità" è la manutenzione degli impianti fotovoltaici e geotermici installati al Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto un decennio fa, e che permettono di produrre dal sole e dalla terra l'energia che serve per la casa che accoglie oltre 30 persone con disabilità.

Ma "Custodi della fragilità" è anche l'attività di orto, sia a Vittorio Veneto che a Ponte della Priula. Per i Piccolì Rifugi è un progetto ben radicato, che dà grandi benefici sia per tenere allenata la manualità che per scoprire come il lavoro paziente e costante porta veri risultati. Il Covid19 ha costretto gli uomini e le donne di ogni Piccolo Rifugio a rinunciare alle uscite e agli incontri con gli esterni: l'orto è stata un'importante risorsa per questi mesi, un'ottima opportunità per vivere bene questo tempo difficile. Con i fondi 8 per 1000 abbiamo acquistato attrezzi e piantine per i nostri orti.

Infine, parte di "Custodi della fragilità" e dell'attenzione , oltre che alla disabilità, anche all'ambiente, è anche l'impegno nella produzione della carta riciclata. Al Piccolo Rifugio di Ponte della Priula siamo ormai degli specialisti, e dalla carta di scarto facciamo nascere biglietti d'auguri, ad esempio per Natale, Primo passo del lavoro è sminuzzare carte e frullare il tutto. Ora serviva un frullatore nuovo. Grazie ai fondi 8 per 1000, l'abbiamo comprato.

Da parte del Piccolo Rifugio un grande ringraziamento alla Diocesi di Vittorio Veneto. E un ringraziamento va a tutti i cittadini che hanno scelto di assegnare alla Chiesa Cattolica l'8 per 1000: sono tante piccole gocce del fiume di generosità che, ancora una volta, ha raggiunto il Piccolo Rifugio.

Articolo da L'Azione del 17 maggio 2020

20051481000

 

Commenti:
Commenta questa news:

» Archivio » Cerca » Tags


Cerca tra le news: