Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > La Fondazione Piccolo Rifugio compie 50 anni e pensa al futuro
La Fondazione Piccolo Rifugio compie 50 anni e pensa al futuro
(0) Commenti

giovedì 11 novembre 2010

Al n° di protocollo1784/59 veniva registrato presso la curia vescovile di Vittorio Veneto il primo statuto della Pia Fondazione Piccolo Rifugio, riconosciuta come tale in data 25 agosto 1959 da mons. Albino Luciani vescovo di Vittorio Veneto. Trovate la riproduzione del documento in fondo all'articolo.
Successivamente, con decreto del presidente della repubblica n° 1068 del 28 agosto 1960, veniva riconosciuta come persona giuridica la Fondazione di culto e religione Piccolo Rifugio.
Il documento portava la firma del guardasigilli on. Guido Gonella.
Questo è quanto attestano i documenti ufficiali sulla nascita giuridica canonica e civile della nostra Fondazione.

Ma la nascita dei Piccoli Rifugi la storia ce la consegna nell'antivigilia del Santo Natale del 1935, quando accogliendo in una stanza presa in affitto a San Donà di Piave una donna anziana e malata, Lucia Schiavinato non pensava ancora ad una Fondazione per persone indigenti, malate e disabili.
Se scorriamo con attenzione le pagine della vita di Lucia Schiavinato, noteremo come sia costellata di personaggi e fatti che hanno fortemente segnato le sue opere: mons. Andrea Longhin vescovo di Treviso (beatificato nel 2002), mons. Albino Luciani vescovo di Vittorio Veneto, poi patriarca di Venenzia e successivamente eletto papa assumendo il nome di Giovanni Paolo I, mons.Giuseppe Carraro vescovo di Vittorio Veneto e poi vescovo di Verona.
Sono segni forti che hanno contribuito ad esaltare le doti carismatiche di Mamma Lucia a tutto vantaggio delle sue opere.

Oggi la Fondazione Piccolo Rifugio conta ben otto strutture (a Vittorio Veneto sono due, ndr) per accogliere persone disabili in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lazio. Quasi tutte sono state oggetto di importanti interventi strutturali di adeguamento in conformità alle ultime leggi, con grande impegno economico affrontato grazie al consistente sostegno della Provvidenza che si è manifestata con contributi, lasciti e donazioni generose, a conferma della bontà dell'opera voluta da Mamma Lucia.
A breve si avvierà la progettazione del nuovo Piccolo Rifugio di Verona.

I Piccoli Rifugi oggi accolgono oltre un centinaio di persone disabili, sia in forma residenziale che diurna, con proposte di servizi assistenziali professionalmente qualificati nel massimo rispetto delle normative vigenti. Ma soprattutto sono ambienti ricchi di calore famigliare nello spirito fondante dettato dalla nostra fondatrice e custodito dalle Volontarie della Carità , da sempre presenza primaria nei Piccoli Rifugi.
La cosa più preziosa dei Piccoli Rifugi sono le cappelline al loro interno. Mamma Lucia a tale riguardo era intransigente e ferma nel suo proposito: "dove sorge un nuovo Piccolo Rifugio si innalza un Tabernacolo. Luce e calore della fede cristiana, esso è simbolo della salvezza nella pratica dell' adorazione al Santissimo in un cammino di rendenzione che si sintetizza nel motto: Alleviare per Elevare" .

In "Amor vincit" del maggio 1960, Lucia Schiavinato racconta di una difficile decisione che aveva dovuto prendere proprio in quei giorni:
"Abbiamo dovuto rinunciare ad una larga, provvidenziale ospitalità in una bella villa sul mare - per la nostra piccola famiglia di Tor Vajanica, scadendo il termine di un'altra generosa ospitalità, ha dovuto sloggiare - perchè non vi sono preti.
Una tale desolante carenza di sacerdoti nella zona, da non poter venire incontro ad una qualsiasi assistenza religiosa ad un Piccolo Rifugio.
Vi immaginate un rifugio di giovanissime creature, fisicamente minorate, senza Ostensorio?
Senza la convivenza Eucaristica?
No, non ve lo potete immaginare perchè è impossibile che esista.
Per l'appunto; se prima non si insedia LUI, gli altri non vogliono prendere posto e perciò niente Rifugi".

E' con grande orgoglio che oggi possiamo rilevare il grande valore riconosciuto ai Piccoli Rifugi, ancora intatto, e sentirci spronati al suo futuro mantenimento, con nuove proposte e stessi valori.

Carlo Barosco
presidente della Fondazione Piccolo Rifugio

Decreto di approvazione della Pia Fondazione Piccolo Rifugio, agosto 1959

Commenti:
Commenta questa news: