Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Roma – Anna Maria Baldini e' ritornata al Signore
Roma – Anna Maria Baldini e' ritornata al Signore
(15) Commenti

martedì 9 novembre 2010

Lunedì 8 novembre verso le 5 del pomeriggio è ritornata al Signore Anna Maria Baldini, da tanti anni ospite del Piccolo Rifugio di Roma.

Dopo lunghi mesi di sofferenze affrontati da Anna Maria con forza e serenità, venerdì 5 era stata dimessa dall'ospedale ed accolta presso l'hospice Antea nel parco di Santa Maria della Pietà a Roma. Qui però lunedì mattina s'è improvvisamente aggravata. Nel pomeriggio, assistita fino alla fine dalla responsabile del Piccolo Rifugio di Roma Luigina Tonon, Anna Maria è mancata.

Il funerale verrà celebrato domani mercoledì 10 alle 10 nella parrocchia della Stella Mattutina in via Lucilio 2 a Roma dal parroco don Ruggero Ramella e dal cappellano del Piccolo Rifugio don Marco Grossholz.

Anna Maria verrà poi accompagnata nelle Marche per essere sepolta accanto alla madre.

Pubblicheremo nei prossimi giorni un ricordo di Anna Maria. Nel frattempo chiediamo ai tanti che le sono stati amici e che le hanno voluto bene, se lo desiderano e se se la sentono, di inviarci un ricordo, via email a ufficiostampa@piccolorifugio.it oppure nei commenti qui sotto. Grazie a tutti.

 

Commenti:
venerdì 19 novembre 2010
Cara Anna Maria....e pensare che ti avevo portato le "pizzelle" abruzzesi per darti forza alla tua malattia che invece galoppava a tutta forza! E tu eri talmente grande nella tua fede che, quando ti telefonavo per avere notizie tu dicevi....sto benino!!! Ringrazio Luigina, Pina e Anita di avermi dato la possibilità di accompagnarti al tuo paese e.......non posso che dirti...ciao Anna Maria. Luigi
domenica 14 novembre 2010
(da Raffaela) Su richiesta di Luigina pubblico la preghiera che ho scritto pensando ad Anna Maria e alla sua Fede incrollabile. Per ringraziarla di quanto ha insegnato a me e alla mia famiglia, l'ho letta in Chiesa al termine della S. Messa; l'ho letta al plurale per dedicarla a quanti erano presenti e che tanto l'hanno amata. Ora la pubblico cosi' come l'ho scritta appena ricevuta la triste notizia della sua scomparsa: "Sono partita. Sono su di un panfilo che con la brezza del mattino parte per l'Oceano. Qualcuno mi chiede:"Partita per dove?". Sono partita dal tuo sguardo.Altri mi vedono giungere all'orizzonte e vengono verso di me e con gioia esclamano: "Eccola!". Questa è la morte: la Morte non esiste. Sono solo passata nella stanza accanto. Io so...no sempre io. Ciò che eravamo gli uni per gli altri lo siamo sempre. Chiamami con il nome che mi hai dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, continua a ridere di quello che ci faceva ridere e di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi e pensa a me. Non sono lontana da te. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore. Asciuga le tue lacrime e non piangere se mi ami. Io ti aspetto. Non sono lontana. Sono dall'altro lato della strada, non preoccuparti. E ricorda che il TUO SORRISO E' LA MIA PACE!"
venerdì 12 novembre 2010
Cara Annamaria, anche se tristi per il tuo ritorno al cielo, sentiamo e continueremo a sentire sempre la tua presenza nei nostri cuori! Non dimenticheremo mai tutte le volte in cui siamo stati ospiti al Piccolo Rifugio e abbiamo passato tanto tempo a guardare le tue opere d'arte, fatte con amore, con l'uncinetto e con i ferri! E adesso i lavori che ci hai regalato saranno per noi ancora più preziosi di prima! Non dimenticheremo mai il tempo passato con te e con le altre ragazze a chiacchierare del più e del meno! Anche se non sei mai stata una grande chiacchierona, con i tuoi silenzi ci hai regalato tanto! Sicuri che ci guarderai sempre dall'alto con tanto affetto! Non ti dimenticheremo mai! Tommaso e famiglia
giovedì 11 novembre 2010
Io non parlo volentieri in pubblico, e ieri in chiesa, alla fine della funzione religiosa per l'ultimo saluto ad Anna Maria, non ci sono riuscita. Avrei voluto ringraziare tutti i presenti, e tutti quelli che le sono sempre stati vicini con grande dimostrazione di affetto, amicizia e amore, soprattutto in questi 3 mesi e mezzo di tremenda malattia. Un grazie di cuore a tutti, e un GRAZIE ad ANNA MARIA per esserci stata e per l'insegnamento che ci ha donato. Anna Maria resterà sempre nel nostro cuore. La cugina Donatella
mercoledì 10 novembre 2010
Non ho mai amato il computer, e per questo non lo uso con costanza. Ora sono pentito di questa mia disaffezione, perchè ho appreso solo il 10 sera della scomparsa di Anna Maria. Una stella luminosa si è spenta sulla terra, per accendersi nella casa del Signore, dove noi tutti la ritroveremo. Aveva collaborato con amore alla preparazione del depliant di presentazione del Piccolo Rifugio da distribuire ai nostri parenti ed amici durante i festeggiamenti per il 50° anniversario del matrimonio mio e di Giuliana.Lei, molto più esperta di me di questo strumento informatico, ci aveva guidati a far conoscere più approfonditamente questa bella realtà che è il Piccolo Rifugio. Grazie Anna Maria di quanto ci hai donato; ti terremo sempre presente nel nostro cuore e nelle nostre preghiere.Ti vogliamo ricordare gioiosa e sorridente ed intenta a qualche lavoro utile per gli altri. Sostienici con la tua fraterna preghiera nel nostro cammino verso il Padre. Adelmo e Giuliana
mercoledì 10 novembre 2010
(da Renato Fanelli) Conoscevo Anna Maria da circa 30 anni. Dapprima come frequentatore volontario del Piccolo Rifugio, e da circa 20 anni ho avuto l'onore di seguire Anna Maria e le altre ospiti del Piccolo Rifugio di Roma come medico. Credo che il ricordo che porterò a lungo tempo nelle mie orecche e nel mio cuore sia l'aggettivo "benino" che Anna Maria ha pronunciato sino all'ultimo dei suoi giorni quando, alla domanda 'come stai?', anche se accompagnata ormai da una situazione clinica assai compromessa, riusciva a trovare la forza per sè e per gli altri. A volte alle persone che mi chiedevano se fossi andato a trovare Anna Maria in ospedale rispondevo che anche per me, medico, non era sempre facile andarla a trovare perchè guardandola negli occhi non riuscivo a capire fino a che punto potessi "dribblare" sulla sua malattia e non riferirle fino in fondo tutta la verità. Ma oggi più che mai sono convinto che Anna Maria stessa avesse compreso fino in fondo tutto e che la sua straordinaria bontà e fede la portavano a non mettere a disagio il suo interlocutore. Come non ricordare in tutto questo Luigina, che da sempre è stata vicina ad Anna Maria, e che in particolare negli ultimi mesi di malattia non si è staccata mai da quell'assidua dedizione di assistenza che da sempre la contraddistingue. Tra i tanti, forse un sogno è rimasto irrealizzato nella mente di Anna Maria; la possibilità di rivedere la sua casa. Sì, quella nella quale da decine di anni viveva con le sue compagne di avventura, ristrutturata al meglio. Da qualche anno con la Presidenza ed il CDA della Fondazione Piccolo Rifugio stiamo cercando di poter giungere alla definitiva ristrutturazione di questa casa, per renderla più moderna ed adeguata alle attuali esigenze logistiche. Sarebbe molto bello realizzare questo che era un sogno- preoccupazione per il futiuro di Anna Maria, oggi accolta in una casa senza dubbio più bella, quella del Signore. Se questo sogno potrà essere realizzato sarebbe bello dedicare uno dei nuovi ambienti alla memoria di Anna Maria, che nella casa e della casa è stata da sempre uno delle persone più attive. Non a caso qualcuno l'aveva indicata come la mia segretaria presso il Piccolo Rifugio proprio perchè tra le sue mani passavano anche i problemi sanitari delle compagne che con mano veloce sulla tastiera del computer e del fax faceva giungere a me per la possibile risoluzione. Da oggi questo impegno non sarà più possibile, ma nel salutarci con Luigina e con le altre amiche ci siamo lasciati dicendo che dobbiamo continuare ad andare avanti anche nella memoria di Anna Maria. Grazie, Anna Maria.
mercoledì 10 novembre 2010
(Da Enzo) Ieri sera siamo passati al Piccolo Rifugio per fare FESTA. Nonostante la tristezza, le bimbe Valeria ed io abbiamo passato una bella serata in compagnia delle "ragazze". Zia Luigina prima di cena ha fatto ripetere l'Ave Maria a mia figlia Marta (4 anni). AVE MARIA... AVE MARIA PIENA DI GRAZIA... PIENA DI GRAZIA IL SIGNORE E' CON TE... IL SIGNORE E' CONTENTO, ha ripetuto Marta. Sì, ho pensato, il Signore è contento di ricevere Annamaria proprio in casa Sua, sua. Sì, siamo certi, Annamaria è arrivata a destinazione, adesso. Ora canta finalmente con il coro degli angeli. Ora cammina, cammina e gioca a palla fra le nuvole. Queste sono le risposte che ho dato a Marta, che sempre più si rende conto.
mercoledì 10 novembre 2010
Ciao Anna Maria, Tu Ora Stai Nella Casa Del Signore. Ora Tu Stai In Mezzo a Tanti Angeli Che Ti Vogliono Tanto Bene. Come Noi, La Famiglia Di Tutti I Piccoli Rifugi. Giuseppe Orrù
mercoledì 10 novembre 2010
Desidero aggiungere qui due link per rileggere il nostro GRAZIE ad Annamaria http://piccolorifugio.org/lista-news/2009/aprile/roma-grazie-per-il-maglioncino,-annamaria!.aspx http://piccolorifugio.org/lista-news/2009/aprile/roma--via,-via,-via,-andiamo-da-annamaria!.aspx Un abbraccio a tutti. Enzo
martedì 9 novembre 2010
Cara Annamaria, siamo tristi per la tua partenza "verso il cielo", come dicono le nostre bambine... Ma sento che la tua presenza continua a vivere nei nostri cuori. Non ti dimenticheremo, ricorderemo sempre tutte le volte che venivamo a trovarti al Piccolo Rifugio e passavamo del tempo con te e con tutte le altre amiche, in modo tranquillo, lontani dalla frenesia del quotidiano in una dimensione diversa e più umana. Tutte le cose che ci hai regalato, fatte con le tue mani, le copertine, i maglioncini per le bambine, ora saranno ancora più preziose. Oggi, al Rifugio Marta ha detto per la prima volta l'Ave Maria. Era una preghiera per te... un abbraccio dalla terra al cielo. Valeria
martedì 9 novembre 2010
(da Enzo Labor).Ieri, con le bimbe e mia moglie, siamo andati a salutare Annamaria, ma appena arrivati lei è volata via. A casa a sera ho ritrovato fra le mie carte, che non leggevo da anni, questo SMS ricevuto qualche anno fa e che volentieri condivido con tutti Voi: "Affidiamo tutto al buon Dio: abbandònati, chiedi che ti indichi le sue strade per realizzare il tuo progetto, lo chiederò anch'io. L'abbandonarsi alla sua volontà porterà la pace interiore e più tranquillità, preghiamo insieme per tutto questo ogni giorno. 'Seguire Dio è accettare di morire a noi stessi ogni giorno, ai nostri progetti, alle nostra logiche solo umane, al nostro egoismo per aprirci all'opera dello spirito in noi; offire ogni giorno il nostro si alla volontà di Dio e come Gesù abbandonarsi senza riserve nelle mani del Padre sicuri che solo con Lui, per Lui, in Lui possiamo oltrepassare ogni limite, ogni paura, ogni croce per giungere alla pienezza di pace, di vita e di amore che il Padre ha preparato per ciascuno di noi'. Buon tutto. Camminiamo sempre avanti. Annamaria"
martedì 9 novembre 2010
Ho vissuto al Rifugio nel '64 aspettando di partire per il Brasile. Eri sempre così serena che io non ti ho seguito molto.Badavo a qualcuna un po' più problematica. Ma ti ammiravo. Adesso vedi e puoi. Ti raccomando la mia Reps tanto difficile. Grazie. Frida
martedì 9 novembre 2010
Se Anna Maria m'ha visto piangere disperatamente davanti al suo corpo senza vita, sicuramente era arrabbiata...tante volte mi diceva che ero troppo fragile, troppo sensibile a queste cose. "Se d'avvero sei credente, non devi disperarti di fronte alla morte!" mi diceva sempre. Ma fa tanto male se è la tua più cara amica a non esserci più e tutte le buone intenzioni, la Fede più profonda, la certezza che ora lei si trova in un luogo senza sofferenza, non ti basta più, non in questo momento! Anna Maria non amava, poi, i sentimentalismi, le coccole eccessive, le parole smielate....bè ora le posso dire....ora posso dire che le ho voluto un mondo di bene, anche quando non le ero vicina; posso dire che l'ho sempre sentita a me vicina, anche quando era lontana; posso dire che anche nei suoi ultimi giorni di sofferenza, quando mi guardava, ma non riusciva a parlarmi, ci capivamo e l'ho amata ancora di più pur con la triste consapevolezza che stavo perdendo la mia migliore amica! Ciao Anna Maria! Stefania
martedì 9 novembre 2010
Mi è difficile immaginare il piccolo rifugio di Roma senza la presenza di Annamaria...era sempre là, in entrata, con un lavoro in mano: uncinetto, ferri, tappezzeria...dalle sue mani venivano fuori veri e propri gioielli. anche quando era di "turno" al telefono...lavorava. ma ciò che mancherà di più è il suo sorriso, il suo parlare sommesso e sapiente, la sua serenità, il suo silenzio nel sopportare, meglio, "vivere la sofferenza", sua costante compagna di vita. Con Annamaria un'altra perla preziosa va ad impreziosire la grande famiglia del Piccolo Rifugio in Paradiso. Teresa
martedì 9 novembre 2010
Oggi lunedì 8 novembre 2010 Gesù Misericordioso ha preso tra le SUE BRACCIA Anna Maria Baldini ed insieme ai suoi angeli l'ha stretta al Suo Cuore e l'ha portata con se in Paradiso. Mancherai a noi tutti. Tu, dopo tante sofferenze insieme a Gesù rivolgi il tuo sguardo sempre sorridente su tutti noi che ti abbiamo voluto tanto bene. ANNA MARIA NON TI DIMENTICHEREMO MAI

Commenta questa news: