Piccolo Rifugio Onlus
Mamma Lucia Fondatrice del Piccolo Rifugio ONLUS
Residenze per disabili
Piccolo Rifugio: sei case che sono anche famiglia per circa cento persone con disabilità, in tutta Italia. Fondatrice: la serva di Dio Lucia Schiavinato.
> Home > News > Il Piccolo Rifugio e' una proposta di vita. Anche per chi ci lavora.
Il Piccolo Rifugio e' una proposta di vita. Anche per chi ci lavora.
(0) Commenti

venerdì 18 novembre 2011

"La sfida di conservare i valori del Piccolo Rifugio ora passa a voi. Siete voi dipendenti la garanzia del futuro delle nostre case".

Teresa D'Oria, Volontaria della Carità, ha lasciato un messaggio impegnativo ai dipendenti del Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto, invitati venerdì 4 novembre per un incontro di formazione.

La prima parte del suo intervento è stata dedicata a Lucia Schiavinato e alla sua "straordinarietà nell'ordinario", oltre che alla nascita ed al senso dei Piccoli Rifugi. Poi però D'Oria ha puntato i riflettori sul presente e sul futuro.

La sua provocazione: "Siamo nati, come Piccolo Rifugio, per supplire a quello che gli enti preposti non facevano. Oggi però la situazione è cambiata. Allora non siamo più necessari?"

Il Piccolo Rifugio ha senso se continua non solo a svolgere un servizio di accoglienza, ma anche ad essere testimonianza di valori. E questa testimonianza non può passare solo per le Volontarie, che non sono attualmente le uniche depositarie del carisma. Tocca anche ai dipendenti.

"Mamma Lucia - ha detto D'Oria - può continuare a vivere solo se noi la facciamo vivere. Tocca a noi portare avanti la sua intuizione. Se credo nei valori del Piccolo Rifugio ho il dovere morale di impegnarmi perché questa esperienza sia mantenuta. E io non credo che il Piccolo Rifugio abbia terminato la sua storia".

Trovate nell'allegato qui a destra il testo da cui la Volontaria ha preso le mosse per il suo intervento.

Citiamo un passaggio del testo:

"Occorre, per chiunque e a qualsiasi titolo entri in rapporto col Piccolo Rifugio, fare una scelta di vita, intendendo non tanto scegliere di appartenere all'Istituto Volontarie della Carità, quanto (e non è meno importante) scegliere il Piccolo Rifugio come parte integrante della propria esistenza, come stile di vita, come propria creatura, che amorevolmente si aiuta a crescere. La si conduce per mano, perché diventi adulta, matura.

Il Piccolo Rifugio diventa, così, non tanto un luogo di assistenza, quanto e, soprattutto, una proposta di vita, a cui sono chiamate tutte le componenti: ospiti, operatori, collaboratori, amici e volontari a vario titolo".

Commenti:
Commenta questa news:

Allegato:
Incontro di formazione per i dipendenti
Scarica allegato